Come preparare la schiscetta

La schiscetta: un salvavita per chi è costretto a rimanere fuori casa per pranzo.

Perché?

Perché così puoi tenere sotto controllo quello che mangi e soprattutto sceglierlo come più ti piace! Niente male, no?

La parola d’ordine è ORGANIZZAZIONE.

Ritagliati del tempo nel weekend per pianificare la tua settimana: inizia a preparare un menù ideale a seconda dei tuoi impegni lavorativi e non. Da questo, realizza la lista della spesa (vai al sito), con tutto ciò che ti manca per soddisfare i diversi pasti.

Potresti anche preparare in anticipo qualche pietanza da tenere nel congelatore, pronta all’uso. Per sapere come congelare al meglio (vedi articolo “Congelare e Surgelare”).

Un altro consiglio può essere quello di preparare porzioni abbondanti per cena, così da avere il pasto già pronto per il giorno successivo.

L’idea della schiscetta è ottima anche per quando sei a casa: pensaci, il pranzo e/o la cena sono già pronti!

Non dimenticare gli spuntini! Un frutto, della frutta secca, dei semi. Portati con te sempre qualcosa che ti aiuti a spezzare la fame.

La schiscetta è composta da tutti gli elementi che devono costituire un pasto completo: carboidrati, proteine, lipidi, fibra (e acqua!), nelle dosi adatte a te!

In commercio esistono di tantissime tipologie: prova a scegliere quelle più comode pe3r contenere tutto il tuo pranzo (spuntini compresi).

Ecco alcune idee su come comporre la tua lunch box!

  • Riso venere con gamberetti e zucchine;
  • Insalata di farro con mozzarella, pomodorini e melanzane;
  • Riso basmati con straccetti di pollo (o tacchino) al curry e carote crude grattugiate;
  • Quinoa con tonno e verdure al forno;
  • Pane integrale con bresaola e rucola;
  • Orzo con primosale e zucca.

Per le ricette, vai al sito

Non esitare a contattarmi per ricevere maggiori informazioni.

Visit Us On FacebookVisit Us On LinkedinVisit Us On Instagram